Su Stentu alle prese con la difficile trasferta di Cento

Comunicato n.40 – 2016/2017

Dopo le due vittorie ottenute negli ultimi tre turni, i Pirates fanno visita alla Baltur vice capolista del girone con 10 punti

img_1630-2

Davide Varrone su tiro libero

La vittoria nel match salvezza di domenica scorsa contro Iseo ha indubbiamente portato serenità in casa Su Stentu Sestu. Il successo contro i lombardi è stato di vitale importanza soprattutto alla luce del calendario, che ora propone due difficilissime sfide contro Cento e Bergamo, ovvero le due dirette inseguitrici della capolista Orzinuovi.

Il primo ostacolo sul cammino dei bianco blu è la Baltur di coach Giordani, reduce dalla sconfitta sul campo dell’Agribertocchi ma capace, fin qui, di mettere in fila cinque vittorie contro Crema, Bergamo (in trasferta), San Vendemiano, Milano e Iseo. Sarà la sfida tra il miglior attacco del girone (quello di Cento, con 78.1 punti di media) e il peggiore (quello dell’Accademia, con 55 a partita). Il roster dei centesi è composto da giocatori di grande esperienza come Mattia Caroldi, ex Imola e Matera in A2, e da ottimi realizzatori: sono ben cinque, infatti, i giocatori che stanno viaggiando in doppia cifra di media. Si tratta di Luca Pignatti (10.7), Michele Benfatto (10), Luca Bedetti (13.2), Sebastiano Bianchi (11.5) e Adrian Chiera (13.5).    

Per i Pirates si tratta di un impegno pressoché proibitivo, considerati anche i problemi fisici che continuano a limitare vari giocatori, tra cui Graviano e Laguzzi. Ma gli stimoli per provarci non mancano: “Siamo ben consapevoli della forza del nostro avversario – spiega coach Sassaro – Cento è una squadra che punta a fare un campionato ben diverso dal nostro. Però le due vittorie che abbiamo ottenuto contro Milano e Iseo hanno portato, oltre ai quattro punti, anche dei progressi sotto il profilo del gioco, che cercheremo di confermare anche nella sfida contro la Benedetto XIV”.

Palla a due domenica 20 novembre alle 15.30 al PalaBenedetto di Cento (FE). Arbitreranno i signori Ivan Battisacco di Rivoli (TO) e Federico Berger di Savigliano (CN).

Sestu, 19 novembre 2016

Agenzia Uffici Stampa DirectaSport