Su Stentu, che carattere! Vivigas battuta (84-79)

Comunicato n.67 – 2016/2017 

I Pirates risorgono dopo tre preoccupanti sconfitte: Costa Volpino ko, Graviano decisivo con 19 punti

Dario Scodavolpe in azione – 14pt

Fondamentale vittoria in chiave salvezza per il Su Stentu Sestu, che con una prestazione orgogliosa e determinata riesce ad avere la meglio della Vivigas Costa Volpino (84-79 il finale del PalaMellano). Spalle al muro dopo i risultati negativi degli ultimi tempi, i padroni di casa sono riusciti a produrre una gara convincente, cogliendo al 40esimo un successo che permette di agganciare nuovamente in classifica l’Argomm Iseo.

LA GARA – La vittoria è d’obbligo, allora i Pirates (pur privi dell’infortunato Pilo) iniziano a spron battuto: Trionfo e Graviano trascinano in zona offensiva, e l’Accademia prova subito la fuga. Costa Volpino, sorpresa dall’energia dei padroni di casa, cerca di rimanere in partita, ma la bomba a fil di sirena mandata a segno da Elia fissa il parziale del primo quarto sul 24-11 per il Su Stentu.

Nel secondo periodo la Vivigas riesce a prendere le misure ai rivali in zona difensiva, e accorcia fino al -4  (37-33) sfruttando i tanti uno contro uno di Squeo, e soprattutto la mira dai 6,75 m del play Centanni. Nel momento di difficoltà, allora, ci pensano prima Scodavolpe e poi Elia a ricacciare indietro Costa Volpino: i due hanno le mani calde dalla lunga distanza, e regalano al Su Stentu il +7 all’intervallo lungo (44-37).

Al rientro in campo la partita diventa incandescente: gli uomini di Sassaro dapprima difendono il vantaggio, poi soffrono le prodigiose percentuali dall’arco di Borghetti, Centanni ed Esposito, grandi protagonisti del parziale che rimette tutto in discussione. L’Accademia, ripresa sul -1, non perde però la testa, e – con alcune giocate importanti di Scodavolpe e Samoggia – riesce a rimanere davanti nel punteggio (65-64 al 30’). Da segnalare in questa fase le uscite per infortunio di Laguzzi per l’Accademia e di Bergamin per Costa Volpino: l’esterno della Vivigas, caduto male sulla schiena dopo un tentativo di stoppata di Varrone, è addirittura costretto a uscire dal campo in barella.

La partita prosegue, e il margine di vantaggio dei sestesi cresce nelle battute iniziali dell’ultimo quarto: la tripla frontale di Trionfo vale il +10 (76-66), ma Costa Volpino non si arrende e torna sul -4 con una bomba dall’angolo di Borghetti. Pilotti ci mette fisico e mestiere, ma i Pirates sono più determinati, e con due canestri di un monumentale Graviano chiudono definitivamente i giochi sull’84-79.

 

Su Stentu Sestu-Vivigas Alto Sebino 84-79

Su Stentu: Graviano 19, Samoggia 16, Scodavolpe 14, Laguzzi 9, Trionfo 13, Villani 2, Elia 9, Varrone, Passaretti 2, Cabriolu. Allenatore: Sassaro

Vivigas: Centanni 20, Squeo 16, Borghetti 6, Bergamin 4, Esposito 5, Pilotti 20, Belloni 8, Coltro, Permon ne, Sindoni ne. Allenatore: Giubertoni

Parziali: 24-11; 44-37; 65-64

Arbitri: Lupelli di Aprilia (LT) – Rubera di Roma

 

Sestu, 5 febbraio 2017

Agenzia Uffici Stampa DirectaSport