Il punto sul settore giovanile con Cesare Orani

Non solo prima squadra. Il Su Stentu Sestu lavora a tutto tondo per costruire il proprio futuro, e il settore giovanile è il pilastro fondamentale da cui partire. Dal 2012, anno di fondazione della società, sono stati tanti i passi avanti compiuti, anche se il progetto è ancora alle fasi iniziali. A fare il punto della situazione è Cesare Orani, responsabile di Accademia Junior: “La nostra è una società ancora giovane – spiega – e la costruzione di un settore giovanile solido richiede inevitabilmente molto tempo. Il nostro lavoro, in questo momento, è improntato soprattutto su due fronti: garantire continuità nello staff dei tecnici e degli istruttori, e cercare di approfondire sempre di più il legame con il paese di Sestu. Il processo, come detto, è lungo e difficoltoso, ma allo stesso tempo rappresenta una tappa fondamentale per lo sviluppo del club, per cui siamo determinati a portarlo avanti. Già nei prossimi giorni verrà annunciato un nuovo coordinatore, che si dedicherà interamente allo sviluppo tecnico delle formazioni giovanili.”

Al momento il settore giovanile dell’Accademia Basket conta circa 70 iscritti, suddivisi in 5 diversi gruppi: 4 di Minibasket, guidati da Mauro Graviano e Gianni Curreli, e un gruppo Under 14, iscritto al campionato Fip e affidato alle cure di Nicola Massa: “Oltre all’attività classica in palestra stiamo portando avanti un progetto scuole, che mira ad avvicinare quanti più ragazzi possibili al gioco della pallacanestro”. Il sogno è quello di schierare, un giorno, un atleta sestese in prima squadra: “Non solo – aggiunge Orani – il nostro obiettivo è quello di riuscire a creare, prima o poi, un’intera prima squadra  fatta con i ragazzi provenienti dal settore giovanile. Un po’ come accadeva qualche anno fa all’Esperia. Il proposito è ambizioso, lo sappiamo, ma non è irrealizzabile”. Ovviamente la cresciuta delle giovanili andrà di pari passo con lo sviluppo delle strutture: “Questo è un altro passaggio di cruciale importanza – prosegue – infatti già da tempo abbiamo presentato sul tavolo del Comune di Sestu il progetto per l’ampliamento del PalaMellano. Contiamo di avere presto delle novità”.

Già coach di provata esperienza (Genneruxi, Olimpia, Ferrini e San Paolo tra le formazioni guidate) Cesare Orani è entrato a far parte dei quadri societari della Russo Cagliari nell’estate del 2010, accompagnandola, due anni più tardi, nella “trasformazione” in Accademia Basket Sestu. Questa la sua analisi sul momento della prima squadra, reduce da quattro successi consecutivi che le hanno permesso di guadagnare preziose posizioni in zona salvezza: “L’arrivo di Samoggia e Scodavolpe ci ha senz’altro dato una marcia in più – ammette – si tratta di due professionisti encomiabili, che hanno trasmesso fiducia anche a tutti gli altri componenti del roster. L’obiettivo? Credo fermamente nella possibilità di agganciare l’undicesima posizione, che ci darebbe la certezza di restare in Serie B senza passare per i play-out. Vogliamo consolidarci in questa categoria, e, in particolare, in un questo girone, che ci ha dato la possibilità di osservare strutture di basket di alto livello, in cui si respira quasi l’aria della Serie A”.

Agenzia Uffici Stampa DirectaSport