Si arresta la corsa dell’Accademia Su Stentu: Cassino viola il PalaPirastu

Si ferma a tre successi consecutivi la striscia positiva dell’Accademia Su Stentu, battuta in casa dalla BPC Virtus Cassino per 54-61 nel settimo turno del campionato di Serie B. All’interno di una prestazione comunque incoraggiante, i Pirates hanno finito col soffrire le cattive percentuali dall’arco (appena 7/32 da tre). Dall’altra parte, invece la compagine di Vettese ha messo in mostra una grande qualità di gioco, e ha condotto in porto il terzo successo in stagione nonostante il grave infortunio occorso a Cena nel finale di gara.

LA GARA – Parte meglio la BPC, che fa girare bene il pallone in zona offensiva e trova dei tiri aperti che la spingono sul +10 (7-17). Coach Caboni interviene chiamando timeout, e alla lunga i biancoblu, con la leadership di Vanuzzo e l’energia di Locci in uscita dalla panchina, riescono a ricucire mettendo in piedi un break di 7-0 che li rimette in carreggiata al 10’ (14-17).

Il secondo periodo sorride ai cagliaritani, che stringono le maglie in zona difensiva concedendo appena 3 punti ai rivali nei primi 7 minuti. Il Su Stentu conquista la testa dell’incontro e si porta sul +4 (24-20), ma Cassino resta sul pezzo e torna in parità poco prima della sirena di metà partita con un libero di Del Testa (26-26).

Al rientro in campo arriva subito la fiammata dei benedettini, che trovano ritmo dai 6,75 m (4 triple in fila a segno con Panzini grande protagonista). Gli ospiti guadagnano il +11 (29-40), mentre dall’altra parte i Pirates, anche a fronte di buone costruzioni, non riescono proprio a trovare continuità con il tiro dalla distanza. Samoggia, a suon di ricezioni spalle a canestro, prova a sbloccare l’impasse riportando i suoi sul -6 (37-43). Nell’ultimo quarto la Virtus sembra scappar via con la bomba del +12 realizzata da Cena (37-49). L’Accademia non si arrende e resta a contatto, ritrovando il -6 grazie al canestro di Graviano (52-58). Nel finale Cassino perde Cena per un infortunio al ginocchio, parso subito piuttosto grave. Del Testa e soci però si compattano nel momento di difficoltà ed evitano sbandate, strappando al 40’ il successo sul 54-61.

“Sono comunque contento della prestazione – commenta coach Beppe Caboni – oggi abbiamo affrontato una grande squadra, che sono certo arriverà a lottare nei piani alti della classifica. Purtroppo non siamo stati confortati da delle buone percentuali con il tiro dalla lunga distanza. Con qualche tiro aperto a segno in più avrebbe potuto essere una partita diversa. Ora guardiamo con fiducia alla partita di Catanzaro, consci che questa battuta d’arresto non può influire negativamente sul nostro processo di crescita”.

Accademia Su Stentu Cagliari-BPC Virtus Cassino 54-61

Accademia: Vanuzzo 8, Locci 6, Pilo 5, Graviano 8, Samoggia 9, Passaretti 2, Trionfo 8, Spano ne, Floridia 3, Pompianu 5, Picciau ne. Allenatore: Caboni

Cassino: Carrizo 10, Sergio 11, Panzini 6, Del Testa 19, Petrucci 6, Banach ne, Guglielmo ne, Di Poce, Cena 7, De Ninno 2. Allenatore: Vettese

Parziali: 14-17; 26-26; 37-45

Arbitri: Riccardo Spinello di Marnate (VA) e Claudio Berlangieri di Trezzano sul Naviglio (MI).

Cagliari, 4 novembre 2017

Agenzia Uffici Stampa DirectaSport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue to use this site we will assume that you are happy with it. Read More Ok