Fotodinamico beffata nel finale da Scauri

fase della gara Fotodinamico Cagliari vs Scauri – foto di Andrea Chiaramida


Pirates sconfitti in casa dai laziali: decidono due tiri liberi di Longobardi a una manciata di secondi dal termine

Due tiri liberi realizzati da Longobardi a 6 secondi dal termine condannano la Fotodinamico Cagliari alla sconfitta interna contro il Basket Scauri. I laziali si impongono per 78-77 grazie a un finale di gara che li ha visti prima ricucire uno svantaggio in doppia cifra, e poi vincere grazie alla maggior freddezza rispetto ai locali.

LA GARA – Coach Caboni deve fare a meno dell’infortunato Graviano e lancia in quintetto Pompianu. Il giovane classe ’99 risponde a dovere, guidando dal punto di vista offensivo i suoi nell’equilibrato inizio di gara. Un canestro di Pilo permette ai Pirates di portarsi sull’11-7, Scauri si perde terreno fino al -6 (libero di Passaretti), ma con il buon contributo di Longobardi riesce a ricucire portandosi un solo possesso di distanza dai rivali al 10’ (22-19).

Nel secondo quarto la Fotodinamico torna sul +5, ma Scauri impatta ben presto grazie a una tripla di Giammò. Sabatino ottiene ottime risposte dai giovani della panchina, e Manzo firma il canestro del sorpasso (28-30). Gli ospiti, però, scivolano ben presto indietro sotto i colpi di una Fotodinamico abile a reagire a portarsi negli spogliatoi sopra di 7 lunghezze grazie a un parziale di 9-0 (37-32).

L’approccio al terzo quarto, spesso precario, si rivela stavolta ottimale per i Pirates, che realizzano a ripetizione (Pilo e Samoggia sugli scudi) arrivando a toccare il +14. Scauri sembra sul punto di crollare, ma nel momento più complicato trova imprevedibilità ed energia dai suoi giovanissimi: Provenzani, in particolare, infila due triple che tolgono certezze ai padroni di casa rimettendo tutto in discussione. Gli uomini di Sabatino piazzano un 13-0 che li porta al comando (50-54), ma l’Accademia resta in scia col canestro di Villani sulla sirena del terzo quarto (55-56).

L’ultimo quarto è combattutissimo: l’intraprendenza di Manzo è difficile da contenere per la difesa di casa, e Scauri – che nel frattempo perde per falli Provenzani – prova a scappare sul 62-67. La Fotodinamico resta incollata grazie alla ritrovata intensità difensiva e a un paio di canestri importanti di Locci. A un minuto e dieci secondi dal termine i biancoblù ritrovano la testa del match con una liberatoria tripla di Pompianu (75-73). Sabatino chiama timeout e pesca il jolly Giammò, autore della miracolosa bomba del controsorpasso a 50 secondi dalla fine. Dall’altra parte Casoni spende il fallo su Trionfo, glaciale della lunetta per il 77-76. Sabatino, sulla sua lavagnetta, disegna una situazione di uno contro uno per Longobardi, che induce al quinto fallo Samoggia. In lunetta a 4 secondi dal termine l’ex Fiorentina non trema e firma il nuovo sorpasso sul 77-78. La Fotodinamico, sul fronte opposto, ha la chance per un’ultima conclusione, ma lo scarico di Villani termina sui piedi di Vanuzzo. Finisce, dunque, con la vittoria dei laziali, mentre all’Accademia resta l’amarezza per un’altra vittoria sfuggita di mano per un soffio.

Fotodinamico Cagliari-Basket Scauri 77-78

Fotodinamico Cagliari: Pompianu 15 , Vanuzzo 17, Floridia, Villani 5, Samoggia 4, Locci 7, Trionfo 11, Passaretti 7, Cabriolu 3, Picciau ne, Pilo 8.   Allenatore: Giuseppe Caboni

Basket Scauri: Longobardi 18, Marzullo, Casoni 2, Zolezzi 2, Richotti 6, Giammò 8, Provenzani 13, Varga ne, Serino 11, Manzo 18.   Allenatore: Renato Sabatino

Parziali: 22-19; 17-13;  16-24;  22-22

Cagliari, 21 gennaio 2017

Agenzia Uffici Stampa DirectaSport