La Fotodinamico a Capo d’Orlando, Fioravanti: “Massima attenzione, è uno scontro diretto”

La sconfitta interna contro Venafro, arrivata al termine di una settimana non semplice, fa testo fino a un certo punto. Assorbire, sia dal punto di vista tecnico che emotivo, un cambio in panchina, si sa, è cosa piuttosto complicata. Ma con una settimana in più di lavoro sulle gambe la Fotodinamico è pronta a ripartire verso la delicata sfida in terra siciliana contro la Irritec Costa d’Orlando, squadra che in classifica precede i Pirates di due lunghezze: “Abbiamo cercato di affrontare una settimana tipo – dice coach Alessio Fioravanti – l’intensità degli allenamenti di martedì e mercoledì è stata molto interessante. Nella seduta di giovedì, purtroppo, alcuni giocatori hanno accusato degli acciacchi e non ci è stato possibile provare alcune situazioni cinque contro cinque. Ora speriamo di recuperare tutti in tempo utile per la gara”.

Subentrare in corsa è sempre difficile. A Fioravanti era già capitato ai tempi di Empoli, ma in quel caso le circostanze erano differenti: “All’Use ero già assistente – precisa – dunque sapevo dove mettere le mani. Qui la situazione è diversa. Ci sono diversi giocatori giovani che hanno bisogno di migliorare nella cura dei dettagli tattici. Per assimilare i nuovi dettami ci vuole tempo, ma noi non ne abbiamo, dunque dovremo dare il massimo per correggere il tiro nel più breve tempo possibile”.

Intanto in settimana lo staff si è arricchito di un nuovo elemento: d’ora in avanti Pierpaolo Sanna lavorerà con la squadra in qualità di preparatore atletico. “Ho parlato con lui e mi ha fatto un’ottima impressione – aggiunge Fioravanti – abbiamo bisogno di lavorare sotto il profilo fisico e atletico, perché attualmente la squadra è “tarata” su ritmi di pallacanestro differenti da quelli che propongo io”.

La Fotodinamico è chiamata a mostrare dei miglioramenti già a partire dal match di domenica sera. Quella di Capo d’Orlando sarà una trasferta difficile, non solo sul piano logistico: “La classifica parla da sola – prosegue l’allenatore dei Pirates – si tratta di uno scontro diretto per evitare i playout. Affrontiamo una squadra che ha conquistato 12 punti su 16 in casa. Per caratteristiche non sono troppo diversi da Venafro, e questo aspetto ci ha aiutato nella preparazione della gara. Amano giocare il pick and roll e lavorano spesso per le uscite dai blocchi degli esterni. Per riuscire a vincere ci vorranno attenzione e determinazione per tutti i 40 minuti”.

Squadre in campo domenica 4 febbraio alle 19.30 al PalaFantozzi di Capo d’Orlando (ME). Gli arbitri designati sono Massimiliano Spessot di Fogliano Redipuglia (GO) e Andrea Vigato di Este (PD).

Cagliari, 2 febbraio 2018

Agenzia Uffici Stampa DirectaSport

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue to use this site we will assume that you are happy with it. Read More Ok