Prosegue la serie negativa della Fotodinamico Cagliari

#21 Samoggia al tiro da sotto – foto A. Chiaramida

Settima sconfitta in fila per i biancoblù, battuti dalla Mastria Vending Catanzaro con il punteggio finale di 63-81

Una prestazione grigia, inevitabilmente condizionata dagli infortuni in serie e dalla stanchezza per in numerosi impegni ravvicinati, costa alla Fotodinamico Cagliari la settima sconfitta consecutiva in campionato. A violare il PalaPirastu, stavolta, è la Mastria Vending Catanzaro, che si impone con il punteggio finale di 63-81 sfruttando al meglio la serata negativa dei Pirates.

LA GARA – A dispetto del punteggio finale l’approccio alla gara della Fotodinamico è tutt’altro che da buttare. I Pirates sono aggressivi e lavorano con lucidità nella metà campo offensiva, creando delle conclusioni di qualità per i propri tiratori. Trionfo realizza, Pilo lo imita, e in un amen i padroni di casa si portano su un 8-3 che lascia ben sperare. Pian piano Catanzaro però assorbe la partenza lanciata dei cagliaritani e sorpassa con un veemente parziale di 13-0 che la porta sull’8-16. Sotto nel punteggio, gli uomini di Fioravanti accusano un evidente calo di fiducia. Dall’altra parte invece i calabresi sono spietati e puniscono la difesa avversaria al termine di attacchi molto ben congeniati. Al 10’ gli uomini di Tunno, in grande ritmo dalla lunga distanza, sono avanti sul 13-19, e non si volteranno più per il resto della gara. I tentativi di reazione della Fotodinamico sono infatti troppo timidi: Floridia prova ad accorciare in apertura di secondo quarto con una gran tripla, ma la Mastria Vending non vacilla e in poco tempo, guidata da Morici e Di Dio, si ritrova sul +13 (33-46) che manda le squadre all’intervallo lungo.

Nel secondo tempo coach Fioravanti ci prova anche con la zona, ma non riesce a sovvertire l’andamento di una partita che vede Catanzaro controllare agevolmente e poi approfondire il margine di vantaggio guadagnato nel primo tempo. Tra i biancoblù invece affiorano il nervosismo e i problemi di falli, che non fanno altro che acuire le difficoltà tecniche causate dalle assenze in cabina di regia (Graviano e Cabriolu ancora out per infortunio).

I giallorossi non hanno difficoltà nel condurre in porto il successo sul 63-81 finale, concedendo la soddisfazione dell’ingresso in campo anche ad alcuni giovani del vivaio. Dall’altra parte la Fotodinamico non può far altro che incassare la settima battuta d’arresto consecutiva e voltare pagina sperando in tempi migliori.

“Avevamo preparato una partita, ma ne abbiamo giocato un’altra – commenta coach Alessio Fioravanti – siamo anche partiti in maniera positiva, ma appena si è ritrovata sotto nel punteggio la squadra è andata in difficoltà sotto il profilo psicologico e non è più riuscita a mettersi pienamente in carreggiata. A questo aggiungiamo anche una situazione difficile sotto il profilo fisico. Ora fortunatamente abbiamo a disposizione 10 giorni per il recupero degli acciaccati e la preparazione della gara contro Palestrina”.

Fotodinamico Cagliari – Mastria Vending Catanzaro 63-81

Fotodinamico: Vanuzzo 4, Samoggia 9, Pilo 9, Trionfo 11, Villani 1, Pompianu 4, Picciau 4, Cabriolu ne, Locci 18, Floridia 3, Melis.

Allenatore: Fioravanti

Mastria Vending: Markovic 2, Dolce, Pichi 5, Battaglia 13, Morici 17, Calabretta 2, Di Dio 21, Dell’Uomo 3, Biordi 18, Procopio.

Allenatore: Tunno

Parziali: 13-19; 33-46; 46-69

Arbitri: Guarino di Campobasso e Crudele di Parma

Cagliari, 15 febbraio 2018

Agenzia Uffici Stampa DirectaSport