La Fotodinamico Sestu dice #noallaviolenza sulle donne (sui bambini, sugli uomini e sugli animali)

Dopo due settimane si riaprono le porte del PalaMellano per il match che vedrà la Fotodinamico opposta al Genneruxi. Sabato alle 18 (arbitri Manchia e Solinas) i Pirates cercheranno di riassaporare quella vittoria che manca da un mese esatto. Negli ultimi tre turni, infatti, sono arrivate altrettante sconfitte al cospetto di Ferrini, Santa Croce e Torres. “Si è trattato di partite molto diverse tra loro – dice il capitano Francesco Musiu – a Olbia, per esempio, ci siamo trovati di fronte una squadra tra le favorite per la conquista della fase nazionale, che può contare su un coach di prim’ordine come Giampaolo Mazzoleni. A Sassari, invece, c’è stato un vero e proprio passaggio a vuoto. Nulla di preoccupante, in ogni caso. Credo che un calo sia quasi fisiologico considerata la giovane età della squadra. Una situazione di rottura può anche essere utile per ripartire con slancio, e non dimentichiamo inoltre che ci è mancato un giocatore importante come Daniel Orrù”. Il piccolo momento di flessione non cambia la valutazione su un girone d’andata positivo: “Assolutamente – aggiunge – le vittorie di inizio stagione, tutt’altro che inaspettate, hanno confermato le potenzialità di un buonissimo gruppo. L’asticella si è alzata, ma teniamo presente che la nostra è una squadra molto giovane, con tanti ragazzi che sono alla loro prima esperienza nella categoria”. La partita contro il Genneruxi, battuto all’andata per 79-91, non andrà sottovalutata: “Ci troveremo davanti un avversario pericoloso – prosegue – con guardie valide e particolarmente atletiche come i fratelli Vaccargiu. Giocheranno su ritmi alti e dovremo stare attentissimi”.

#NOAVIOLENZASULLEDONNE

NO ALLA VIOLENZA SULLE DONNE (SUI BAMBINI, SUGLI UOMINI E SUGLI ANIMALI) – Lo scorso 25 novembre si è celebrata la giornata mondiale contro la violenza sulle donne. La Fotodinamico Sestu, sempre attenta alla funzione sociale e educativa dello sport, sosterrà l’iniziativa nel corso del match interno di sabato contro il Genneruxi. Ed estenderà a modo proprio il messaggio: “Credo che lo sport debba educare e porsi come obiettivo anche quello della formazione di persone consapevoli e culturalmente abituate al rispetto degli altri – afferma il presidente dell’Accademia Basket Riccardo Fiorelli – sono convinto che un ambiente sportivo misto sia più sano e accogliente e crei appunto un’abitudine alla condivisione quotidiana. Per questa ragione stiamo cercando di costruire un settore femminile che possa convivere con quello maschile. Quest’anno, come già dichiarato con orgoglio, ci godiamo la soddisfazione di avere il nostro primo gruppo Under 13 Femminile, che abbiamo invitato alla gara della Serie C di sabato in rappresentanza di tutte le donne PIRATES attuali e future. Nel nostro piccolo, anche noi aderiamo alla campagna contro la violenza nei confronti delle donne, ma anche nei confronti dei bambini e degli uomini, da parte di chicchessia”.

Sestu, 29 novembre 2018

Agenzia Uffici Stampa DirectaSport