A volte ritornano: l’Accademia riabbraccia Cabriolu, Serra e Vaccargiu!

Non solo conferme, ma anche dei graditissimi ritorni. A bordo del galeone dei Pirates edizione 2019/2020 ci sarà posto anche per tre giocatori che, in passato, avevano già lasciato il segno in maglia biancoblù: si tratta di Luigi Cabriolu, Mauro Serra e Francesco Vaccargiu. Tre ragazzi giovani, talentuosi e fortemente motivati a far bene nell’anno del ritorno a Sestu.

Esterno nato nel 1999, Cabriolu è un giocatore eclettico, capace di giostrare sia in cabina di regia che, all’occorrenza, anche come guardia o ala piccola. Considerato tra i giovani sardi più promettenti della sua annata, nell’ultimo anno ha dovuto combattere contro infortuni di varia natura che lo hanno costretto a stare lontano dal parquet. Cresciuto nel settore giovanile del Genneruxi, Gigi ha esordito in Serie B nella stagione 2014/15 con l’Olimpia Cagliari allora guidata da coach Caboni. L’anno seguente è approdato a Sestu, dove si è ritagliato un ruolo importante nella squadra che ha ottenuto la promozione in Serie B (suoi i punti decisivi nella cruciale vittoria esterna di Firenze). Cabriolu è stato quindi un “Pirata” anche nelle due stagioni successive nel terzo torneo nazionale. Ora il ritorno al PalaMellano per riprendere un discorso interrotto troppo presto: “Conosco bene l’ambiente dell’Accademia e sono ben felice di tornare a farne parte in questo nuovo corso – afferma Cabriolu – ovviamente anche la presenza di coach Sassaro è stata determinante ai fini del mio ritorno a Sestu. Sono fermo da quasi due stagioni, devo ritrovare ritmo e feeling con il campo. Mi sto allenando con impegno per ritrovare la condizione nel più breve tempo possibile”. Cabriolu ritrova un’Accademia ben diversa da quella che aveva lasciato nel 2018: “Ci sono tanti ragazzi giovani, che però l’anno scorso hanno avuto modo di maturare un’esperienza importante che andrà messa a frutto nella stagione che sta per cominciare. Siamo una squadra completa e bilanciata, sia nel reparto esterni che tra gli interni. Per quanto riguarda il gioco dovremo puntare su velocità e dinamismo”.

Altro prodotto del vivaio di Genneruxi, Mauro Serra è un’ala forte ventenne dal grande impatto atletico. Al pari di Cabriolu aveva fatto parte del roster della Fotodinamico nella stagione 2017/18 in Serie B (4 minuti e 2 punti nella trasferta del 15 ottobre a Scauri). Lo scorso anno è tornato a calcare i legni di via Zagabria in Serie C Silver, facendo registrare ben 12 punti di media a gara (season high di 24 contro una big come la Santa Croce Olbia). “Sono tornato all’Accademia perché mi ero già trovato benissimo in passato – spiega – la società è ottimamente organizzata e il progetto tecnico improntato sui giovani è molto interessante”. Secondo Mauro, la Fotodinamico che sta nascendo è già molto competitiva: “Non penso che l’età media bassa rappresenti qualcosa di negativo – dice – anzi, c’è tanto entusiasmo. Ognuno di noi è pronto a sopperire con la grinta alla mancanza di esperienza. Il risultato che otterremo nel prossimo campionato sarà una diretta conseguenza del lavoro svolto in allenamento”.

Si tratterà invece della terza stagione complessiva in canotta Fotodinamico per Francesco Vaccargiu, pure lui reduce da un anno molto positivo in quel di Genneruxi, dove ha mantenuto una media punti altissima (18.5). Risolti i problemi fisici che lo avevano tormentato in passato, il classe ’96 passato anche per il settore giovanile della Dinamo Sassari ora è pronto per rimettersi in gioco al PalaMellano: “Sono felice di tornare in una società che ha scelto di puntare forte sui giovani – racconta – voglio ripagare la fiducia che mi hanno concesso la società e coach Sassaro nonostante gli infortuni del passato. Come hanno già fatto notare i miei compagni, il nuovo gruppo è nato bene. C’è tanto affiatamento e voglia di aiutarsi a vicenda. Non ci siamo dati obiettivi particolarmente pressanti, semplicemente cercheremo di giocarcela con tutti. La speranza è quella di poter tornare ai playoff, superando magari lo scoglio del primo turno”. Nonostante i soli 23 anni, Vaccargiu è a pieno titolo tra i giocatori più esperti del roster: “Assieme a Onnis e Novelli cercherò di mettere tutta la mia esperienza al servizio dei compagni – conclude – sono molto determinato e credo che ci siano tutti i presupposti per fare un bel campionato”.

Altri grandi protagonisti dell’Accademia Basket 2019/2020 sono gli sponsor che hanno scelto di rinnovare il loro impegno a favore della società. E tra questi c’è da tanti anni a questa parte Guttuso Francesco. Partner pressoché storico, Guttuso Francesco – Design Funzionale è presente a Cagliari nelle centralissime via Dante e viale Trieste. L’azienda è costantemente al servizio del cliente, ed è pronta a guidarlo nella scelta dell’arredamento ideale per la propria abitazione. La partnership con le migliori aziende del panorama nazionale assicura la disponibilità di prodotti di alta tecnologia e design, garantiti contro qualsiasi problematica post-vendita. Il montaggio degli arredamenti viene eseguito a regola d’arte da personale altamente qualificato. Il tutto, ovviamente, a prezzi più che competitivi.

Sestu, 19 settembre 2019

Agenzia Uffici Stampa DirectaSport