La Fotodinamico sfiora l’impresa in rimonta a Olbia

Sotto di 18 lunghezze a metà gara, i Pirates contendono il successo alla Santa Croce fino ai possessi conclusivi. Finisce 84-79 per i gialloblù

Una prestazione dai due volti condanna la Fotodinamico Sestu alla seconda sconfitta in campionato. In casa dei vice campioni regionali della Santa Croce Olbia i Pirates hanno sfiorato una clamorosa rimonta, ma al 40’ si sono dovuti arrendere sul punteggio finale di 84-79.

Anche al PalaDatome la partenza dei biancoblù è stata positiva, soprattutto nella metà campo offensiva. Raggiungendo presto il bonus, però, la Santa Croce è riuscita a restare nella scia dei sestesi, toccando il -3 con una bomba a fil di sirena di Masala (26-29 al 10’).

Nel secondo periodo i galluresi hanno accusato un calo difensivo. L’esperto Datome ne ha puntualmente approfittato, e – in collaborazione con Masala – ha spedito la Fotodinamico sul -18 a metà gara (57-39).

I sestesi, giunti a Olbia senza l’influenzato Serra, hanno però avuto la forza per arginare il momento negativo, rosicchiando qualche punto prezioso prima dell’ultimo mini intervallo (74-58). Grazie a una difesa molto aggressiva e a una lunga serie di palloni recuperati, nel periodo conclusivo i Pirates hanno rigirato l’inerzia della gara, rimontando addirittura fino al -3. Per due volte, però, i biancoblù non sono riusciti a sfruttare il possesso offensivo che li avrebbe potuti portare in parità, mentre la Santa Croce si è dimostrata cinica e ha chiuso la contesa grazie a un’altra tripla di Masala che ha spianato la strada verso il successo.

“A margine della gara contro Calasetta avevo elogiato il buon apporto di tutta la rotazione – commenta coach Sassaro – stavolta, invece, è mancato qualcosa sotto questo punto di vista. Nel processo di crescita di questa squadra, però, ci può stare anche questo. Dopo 5 partite il nostro bilancio è positivo, e parla di 3 vittorie e 2 sconfitte, maturate peraltro contro squadre di valore come Ferrini e Santa Croce. I risultati di questo turno parlano di un torneo livellato e difficile da leggere: in situazioni come questa la spunta chi si dimostra più “sveglio”, e da martedì lavoreremo in palestra per trovare quell’intensità che oggi, in alcuni frangenti, è venuta meno”.

Santa Croce Olbia-Fotodinamico Sestu 84-79

Santa Croce: Cordedda 14, Caboni, Vietri, Masala 27, Datome 23, Sene 3, Cadeddu 2, Sanciu 6, Tola 9. Non entrati: Serra, Zara, Pinna. Allenatore: Mazzoleni

Fotodinamico: Novelli 6, Orrù 15, Fi. Vaccargiu 4, Murru, Manca 15, Cicotto 9, Bonacci, Onnis 3, Fr. Vaccargiu 23, Marras 4. Non entrati: Nigro, Cabriolu. Allenatore: Sassaro

Parziali: 26-29; 57-39; 74-58

Arbitri: Riccardo Mulas di Quartu Sant’Elena e Massimo Zara di Oristano

Sestu, 2 novembre 2019

Agenzia Uffici Stampa DirectaSport