La Fotodinamico attende la capolista Ferrini

I Pirates cercano riscatto dopo la battuta d’arresto del PalaSerradimigni, ma dovranno vedersela con l’unica formazione imbattuta del torneo di C Silver

Sfida alla prima della classe per la Fotodinamico Sestu, che nel terzo turno di ritorno della C Silver dovrà vedersela con l’imbattuta Ferrini. Il passo falso accusato a Sassari nel giorno dell’Epifania non ha guastato il morale dei Pirates, reduci da un cammino lusinghiero nel girone d’andata che li ha portati fino al quarto posto in classifica. In settimana i biancoblu hanno comunque cercato di alzare il livello degli allenamenti per lasciarsi alle spalle il passo falso del PalaSerradimigni: “Ne abbiamo discusso dopo la gara – racconta l’assistant coach Ezio Fa – durante le feste abbiamo continuato ad allenarci, ma raramente siamo riusciti a farlo al completo. Un roster giovane come il nostro, però, ha bisogno di lavorare con grande costanza, anche sotto il profilo fisico, altrimenti si può incappare in gare complicate come quella di lunedì scorso. Nel finale, infatti, abbiamo pagato dazio subendo un parziale che ci è costato la partita. In ogni caso prendiamo anche ciò che di buono è arrivato: nonostante falli e fatica siamo eravamo dentro la partita fino all’inizio dell’ultimo quarto”. Ora arriva la Ferrini di coach Grandesso, protagonista di un cammino fin qui perfetto, fatto di 11 vittorie in altrettanti incontri giocati: “Contro una squadra del genere non c’è margine di errore – spiega Fa – hanno talento, esperienza e sono coperti in ogni ruolo. Sarà una ovviamente una partita molto difficile”. All’andata i Pirates seppero comunque mettere in difficoltà la più autorevole candidata per il titolo regionale: “E’ vero – ammette – ma alcune cose sono cambiate. Allora arrivavamo da una lunga fase di lavoro fisico e tattico svolto con continuità fin dalla seconda parte di agosto, mentre loro avevano probabilmente ancora bisogno di oliare tutti i meccanismi. Ora, invece, loro hanno trovato la giusta alchimia, mentre noi, come detto, facciamo un po’ di fatica ad allenarci in buon numero”. Intensità difensiva e contropiede: dovranno essere questi i motivi conduttori della gara biancoblu. “Cercheremo di valorizzare le nostre caratteristiche – analizza ancora il tecnico – provando a riproporre i ritmi di inizio campionato. La Ferrini è una squadra dall’età media abbastanza alta, dunque potrebbe soffrire sotto questo punto di vista. La chiave sarà non adeguarci ai loro tempi di gioco, perché in tal caso potrebbero schiacciarci”.

Altra componente preziosissima dello staff guidato da coach Sassaro è il preparatore atletico Gianluca Cao, al primo anno in casa Fotodinamico: “A Sestu ho trovato un ambiente piacevole e stimolante – sottolinea – la società è ben strutturata grazie al lavoro di persone competenti. Qui si respira l’esperienza maturata anche in categorie superiori alla C regionale. Dare una mano in questo contesto diventa molto più semplice”. Come si lavora, sotto il profilo della preparazione atletica, con una squadra che fa della difesa aggressiva e della transizione rapida i propri marchi di fabbrica? “Ho cercato di sfruttare le prime settimane di preparazione per conoscere meglio i ragazzi e comprendere il loro background – spiega – dopo di che ci siamo focalizzati sulle sequenze di lavoro più appropriate per sviluppare questo genere di gioco. Le circostanze non mi permettono di impostare delle tabelle totalmente individualizzate, ma cerco in ogni caso di tenere presenti le esigenze e le criticità di ogni singolo giocatore. Lavorare in uno staff composto da 3 persone è l’ideale, perché permette a ciascun componente di concentrarsi solo sulla propria area di competenza e di approfondire il più possibile il lavoro”. Cao rivolge infine lo sguardo al match contro la Ferrini: “Dovremo giocare senza pressioni – dice – del resto non ne abbiamo mai fatto una questione di risultati. La nostra priorità restano le prestazioni. Il quarto posto e le vittorie fin qui ottenute non devono inebriarci più del dovuto. Dobbiamo mantenere il focus su noi stessi e non preoccuparci troppo. La sfida con la Ferrini ha grande fascino, perché ci consente il confronto con giocatori forti ed esperti. Questo dovrà darci qualcosa in più sotto il profilo dell’adrenalina. La tensione non dovrà mai calare, altrimenti il rischio di un passivo pesante è dietro l’angolo. Mi aspetto che i ragazzi si prendano le proprie responsabilità e mettano il massimo dell’intensità, liberando la testa e cercando di divertirsi il più possibile”.

Palla a due sabato 11 gennaio alle 18.30 al PalaMellano di via Ottaviano Augusto a Sestu. Gli arbitri designati sono Gianluca Ambu di Selargius ed Emanuele Marino di Quartu Sant’Elena.   

Sestu, 10 gennaio 2019

Agenzia Uffici Stampa DirectaSport